Passione ed
Esperienza
RICHIEDI PREVENTIVO
Arte
Funeraria
RICHIEDI PREVENTIVO

Finiture per marmi - scegli la professionalità e la tradizione di bonfanti

finiture per marmi

FINITURE PER MARMI

Spuntatura

La spuntatura è una lavorazione manuale che si ottiene semplicemente martellando la superficie lapidea con punta e mazzuolo. Il risultato finale è dato da un effetto in rilievo molto evidente e da un aspetto cromatico di contrasto. Questa finitura si ottiene a partire da uno spessore minimo di tre centimetri.

 

Bocciardatura

La bocciardatura  è una lavorazione che conferisce aspetto rustico al marmo annullandone difformità e variazioni e rendendolo antisdrucciolevole. L’effetto bocciardato si ottiene con un martello a punte piramidali, la bocciarda e il risultato finale può essere a grana grossa e fine, passando per tutti i gradi di finitura intermedi. Questa finitura si ottiene a partire da uno spessore minimo di tre centimetri. E’ una tecnica utilizzata per dare alla lastra un aspetto scolpito, non levigato, definendo una superficie a traccia puntiforme con fossette e rilievi.

I vantaggi della bocciardatura sono essenzialmente di due tipi, una estetica e una di sicurezza.

 

  1. Estetico perché è possibile effettuare una pulizia ed una rimozione totale ed in profondità dei difetti causati dall’usura della superficie da trattare. La superficie bocciardata ha anche il vantaggio di durare molto di più perché su di essa non sono rilevabili i successivi segni di deterioramento dovuti dal tempo e dall’utilizzo;

 

  1. Di sicurezza perché la bocciardatura conferisce un effetto antisdrucciolo ai pavimenti ed ai gradini delle scale, eliminando così ì rischi di cadute accidentale. In questo modo il problema della sicurezza è definitivamente risolto mentre con i rimedi alternativi no. Con le strisce antiscivolo ad esempio, il problema si ripresenta di frequente in quanto si usurano prima per cui vanno riposizionate spesso.

 

Sabbiatura

La sabbiatura viene utilizzata anche per il trattamento di pulizia e manutenzione dei materiali lapidei, è data dallo sfregamento della loro superficie con un getto di sabbia fine, silicea sotto pressione, a secco o con acqua. La superficie trattata apparirà sbiancata, ruvida, granulosa al tatto e il tipo di lavorazione conferirà al materiale un aspetto rustico, delicato ed elegante. A seconda della grana della sabbia utilizzata, si può ottenere una sabbiatura più o meno grossa. Questa finitura si può ottenere anche su spessori inferiori ai tre centimetri. Prevede una levigazione della lastra tramite un getto di acqua mista a sabbia ad opera di un ugello dalla velocità regolabile.

 

Rigatura

La rigatura è caratterizzata da una successione di solchi affiancati, eseguiti a mezzo di dischi diamantati o di un’ampia gamma di utensili a profilo variabile. Questa finitura si ottiene a partire da uno spessore minimo tre centimetri.

 

Graffiatura

La graffiatura e’ una finitura caratterizzata da scanalature irregolari, simili a dei graffi. Si ottiene su uno spessore minimo di tre centimetri. R Mille Quadri: finitura caratterizzata da una fine quadrettatura antiscivolo.

Hai bisogno di UN PREVENTIVO ?

per opere in marmo granito o travertino il tuo preventivo totalmente gratuito

le finiture marmi adaguate per la tua cucina, i tuoi bagni, i tuoi giardini

Lucidatura

La lucidatura esalta il colore, le venature o le caratteristiche intrinseche in ogni tipo di marmo, portandolo al massimo dell’intensità e della lucentezza. Questa fase avviene tramite l’utilizzo di lucidatrici a nastro e una lavorazione a rasamento che conferisce brillantezza ad una superficie precedentemente levigata.

 

Fiammatura

La fiammatura insieme alla lucidatura è la tecnica di lavorazione più usata su superfici. Viene usata per le pavimentazioni esterne perché offre sia un piacevole effetto decorativo che un effetto antisdrucciolo. Questa lavorazione prevede uno shock termico, provocato da un cannello alimentato con ossigeno e propano, cha fa scoppiare la superficie della lastra facendone risaltare il colore naturale e conferendole una certa rugosità.

 

Levigatura

La levigatura rende la superficie liscia e piana conferendo al materiale un aspetto opacizzato e per certi aspetti vissuto. La colorazione si presenta quindi smorzata nei toni e quasi velata. A seconda della mole abrasiva utilizzata si possono avere vari gradi di levigatura. Grazie alla finitura superficiale a rasamento si rende la superficie liscia ed opaca ma non brillante.

 

Spazzolatura

La spazzolatura si ottiene con apposite spazzole abrasive montate nella linea di levigatura; essa conferisce un aspetto a buccia d’arancia con una tessitura lievemente ondulata, che ricorda l’effetto seta. E’ una tecnica che serve per conferire alla superficie della lastra un aspetto consumato. La lavorazione viene eseguita da spazzole abrasive che vanno ad incidere maggiormente laddove il materiale presenta concentrazioni più tenere: il risultato è una superficie irregolare ma lucida.

 

Rullatura

La rullatura presenta un effetto leggermente rigato, dato dallo sfregamento sulla superficie lapidea di appositi rulli, costituiti da materiale abrasivo. Finitura superficiale con traccia lineare. È costituita da un’alternanza di solchi e di creste.

finiture per marmi
GRANITI MARMI TRAVERTINI